Costa Toscana

Bolgheri

Tra dolci colline disegnate da vigneti e punteggiate da antiche olivete e da boschi di querce, scorgiamo un prezioso borgo: Bolgheri, piccolo gioiello incastonato tra il verde della campagna e l’azzurro del mare. Con facilità è possibile tornare indietro nel tempo per raggiungere una dimensione dove storia, poesia e atmosfera unica si amalgamano per trasportarvi in una ambiente da fiaba. Il viaggio attraverso il tempo comincia dall’Oratorio di San Guido sito lungo la Vecchia Aurelia, che dà nome alla località dove si trova un piccolo villaggio avvolto da magnifici e profumati roseti che incorniciano le abitazioni private e la sede de La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi, di fronte alla quale si trova la cantina dove matura lentamente uno dei vini più famosi al mondo, il Sassicaia. Da questo incantevole luogo ha inizio il Viale dei Cipressi, orlato da due file di cipressi secolari e lungo quasi sei chilometri, reso celebre da Giosuè Carducci nel famoso componimento poetico Davanti San Guido: “I cipressi che a Bolgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar”. Il Viale conduce armoniosamente allo scenografico centro storico cui si accede attraverso l’arco che si erge nella torre all’entrata dell’antico castello. L’esemplare armonia architettonica di Bolgheri con le sue case di pietra e le sue stradine lastricate ne fa un luogo di grande suggestione pervaso da un’atmosfera intima e romantica. Tra i vicoli si incontrano le chiese, la casa d’infanzia del Carducci, il piccolo cimitero di Nonna Lucia, mentre le case fanno da cornice alle botteghe artigiane, ai tipici ristorantini, alle enoteche locali che propongono piatti della cucina e della tradizione gastronomica in abbinamento agli eccellenti vini del territorio DOC Bolgheri. La campagna circostante, dove si snodano tra mille colori le magnifiche vie della Strada del Vino, è ricca di agriturismi, di aziende produttrici di vino e di olio, dove poter fare interessanti visite per conoscere e degustare questi prodotti esclusivi.

Per gli amanti della natura e del birdwatching una meta d’eccezione è il Rifugio Faunistico Padule di Bolgheri, la prima oasi privata del WWF istituita in Italia nel 1959. Il parco voluto dal Marchese Mario Incisa della Rocchetta, tra i fondatori e primo presidente del WWF Italia, conserva tutti gli ambienti dell’Alta Maremma proteggendo molte specie autoctone e migratorie.