Costa Toscana

Isola di Capraia

Spigolosa, solare, seducente, verdissima: questo è il fascino travolgente di Capraia, isola selvaggia immersa in una avvolgente luce marina.

L’Isola di Capraia è la terza per grandezza dell’Arcipelago Toscano, è il risultato di una doppia eruzione vulcanica, dove le sorprese e le emozioni ti travolgeranno tra coste scoscese a picco sul mare, rocce dai colori intensi e dai contrasti cromatici davvero impressionanti. Il vero gioiello dell’isola è la sua costa, le sue insenature bagnate da un mare cristallino, le falesie che cadono a picco nel mare da trecento metri di altezza, i gabbiani che volteggiano ovunque e la possibilità di vivere un mare unico ed introvabile.
I disegni delle coste, affascinante spettacolo di scultura dovuti alla lava, al mare e all’erosione del vento, fanno da cornice ad una orografia incredibile per un’isola così piccola il cui interno è infatti contrassegnato da strette valli su cui si affacciano veri e propri monti in miniatura, con le loro creste ed i loro anfratti, talvolta sovrastati da antiche torri di avvistamento risalenti alla Repubblica di Genova, sorte per contrastare gli sbarchi dei pirati saraceni. L’isola è totalmente coperta dalla natura incontaminata, con un unico centro abitato vicino al porto.
La vegetazione dominante è la macchia mediterranea, che cosparge Capraia di profumi e colori intensi. L’Isola è oggi inserita al centro del cosiddetto “santuario dei cetacei”, fulcro e perla del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e immersa nell’area marina protetta più grande d’Europa, un’area di circa diciottomila ettari di terre emerse e sessantamila ettari d’area marina. La limpidezza e la purezza delle acque, la diversità dei fondali e delle coste ne fanno un area biologicamente perfetta per una fauna marina stanziale e di migrazione. Particolarmente apprezzato dagli uccelli migratori un piccolo lago stagionale lo Stagnone, un ecosistema di rara bellezza.
Capraia ti stupirà con i suoi mille segreti.